FAQ

1. Cos'è il DURC?

Il DURC è il documento unico di regolarità contributiva ed attestazione la regolarità contributiva nei confronti di INPS, INAIL e, per le imprese tenute ad applicare i contratti del settore dell'edilizia, di Casse edili.

2. A cosa serve?

Il DURC è obbligatorio per stipulare contratti di servizio con enti pubblici o privati ma anche per beneficiare di agevolazioni da parte di enti e pubblica amministrazione.
All'impresa verrà quindi richiesto ad esempio per:

  • l'iscrizione all'Albo dei fornitori
  • tutti i contratti pubblicigli appalti ed i subappalti sia di lavori che di servizi e forniture 
  • i lavori privati in edilizia soggetti al rilascio di permesso di costruire o a denuncia inizio attività
  • il pagamento degli stati avanzamento lavori (SAL) o delle prestazioni relative a servizi e forniture (fatture)

 

3. Chi può richiederlo?

Può effettuare la richiesta del DURC dall'impresa (rappresentante legale), da lavoratore autonomo oppure da eventuali delegati

4. Come si richiede?

Le imprese potranno richiedere il DURC tramite il sito www.durconline.it tramite l’apposito form.

5. Cosa contiene il DURC?

Il DURC conterrà il risultato delle verifiche effettuate parallelamente da INAIL, INPS e Cassa Edile sulla posizione contributiva dell'impresa. Attenzione: il DURC sarà negativo se anche uno solo dei tre enti dichiarerà l'irregolarità dell'impresa stessa.

6. Chi emette il DURC?

Il DURC sarà emesso dalla Cassa Edile competente, cioè quella della provincia dove ha sede l'impresa o, solo per i SAL e le liquidazioni finali, quella della provincia in cui si eseguono i lavori pubblici oggetto della richiesta.

7. Come verrà consegnato?

Il DURC verrà inviato tramite PEC e, se selezionata l'opzione, tramite raccomandata A/R o posta prioritaria all'indirizzo del richiedente.

8. Quando si avrà la risposta?

La Convenzione del 15 aprile 2004 tra INAIL, INPS e Associazioni costituenti le Casse Edili prevede un termine massimo per l'emissione del DURC di 30 giorni ma i tre enti si sono impegnati a ridurre fortemente i tempi di risposta.

9. Quando l'impresa è regolare con la Cassa Edile?

L'impresa è regolare nei confronti della Cassa Edile quando ha effettuato i versamenti contributivi mensili scaduti alla data della richiesta del DURC o dalla data indicata nella richiesta stessa. Attenzione: tranne che per i SAL e le liquidazioni finali, la verifica della regolarità dell'impresa verrà effettuata su tutte le 119 Casse Edili presenti sul territorio nazionale, utilizzando un'apposita Banca Dati.

10. Cosa succede in caso di DURC negativo?

Nel caso di un DURC negativo, cioè che attesti una posizione di irregolarità contributiva dell'impresa nei confronti di INPS, INAIL e Cassa Edile, oltre alle ordinarie azioni di recupero del credito da parte degli enti, l'impresa nei lavori pubblici perderà l'aggiudicazione dell'appalto, non potrà stipulare contratti di appalto o subappalto, non avrà diritto al pagamento dei SAL o delle liquidazioni finali; nei lavori privati avrà la sospensione del titolo abilitativo connesso alla concessione edilizia o alle DIA; non avrà l'attestazione da parte delle SOA.

11. Come funziona la novità del Durc online?

E’ operativa dal primo luglio la nuova procedura per il rilascio del Durc online, il documento unico di regolarità contributiva, possibile dall’impegno congiunto di Inail, Inps, Casse edili e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Il Durc contiene, infatti, i risultati delle verifiche effettuate parallelamente da Inail, Inps e Cassa Edile sulla posizione contributiva dell'impresa, e permette di verificare la regolarità contributiva con un’unica operazione nelle banche dati di Inps, Inail e Casse Edili, inserendo il codice fiscale del soggetto da controllare. Come detto, oltre che sui portali Inps e Inail, la verifica coinvolge le Casse Edili quando le imprese sono classificate o classificabili ai fini previdenziali nel settore industria o artigianato per le attività dell'edilizia.

12. Quali sono i vantaggi del Durc online?

A decorrere dal 1° luglio 2015 la verifica della regolarità contributiva avviene con modalità esclusivamente telematiche. Se fino all'avvio di questa nuova procedura l'impresa che risultava regolare doveva attendere anche un mese prima di ottenere il Durc, ora si può accedere all’archivio degli Istituti e delle Casse edili per ottenere subito la regolarità e se non sarà possibile in tempo reale, le cause dell’irregolarità saranno comunicate all’interessato, che potrà sanare la propria posizione entro 15 giorni. Vantaggi anche dal punto di vista economico, con un risparmio complessivo per la PA e per le imprese.

13. Qual è la validità del DURC? 

Il DURC con esito positivo ha validità 120 giorni dalla data di richiesta. Nel caso sia stata già effettuata richiesta nei precedenti 179 giorni, si rinvierà allo stesso documento e quindi alla prima validità attribuita dal sistema. Sarà consentito richiederne uno nuovo dal giorno successivo alla scadenza di validità del documento precedentemente richiesto.

Vuoi ricevere il DURC?

Richiedi Durc Singolo

Vuoi il DURC sempre aggiornato ogni 4 mesi a soli 19,30€ invece di 39,00?

Il sistema automatico che ti garantisce di avere il DURC sempre valido ed aggiornato.
Richiedi subito l'Abbonamento!

Richiedi Abbonamento